Corso Base

Corso Base.

Il programma del Corso base, che può variare nei contenuti e nella durata in accordo con la norma regionale di riferimento, si sviluppa come segue:

Organizzazione della protezione civile;
Legislazione in materia di protezione civile, locale, Regionale, Nazionale;
Le attività di Previsione, prevenzione, soccorso e rientro alla normalità;
Figura e ruolo del volontariato nella protezione civile italiana;
Corretto uso dell’uniforme e dei segnali distintivi;
Sicurezza antinfortunistica e corretto uso dei DPI;
Pianificazione di emergenza comunale, conoscenza del territorio;
Cenni di Difesa civile ed attività del volontario in ausilio agli enti responsabili;
Scenari di rischio di competenza del volontariato di PC dopo le modifiche normative del 2012;
Eventi di rilevante impatto locale e ricerca di disperso;
Logistica e materiali;
Il funzionamento del posto Medico Avanzato (PMA) e del Posto Comando Avanzato (PCA) nelle catastrofi;
Rapporti tra i vari Enti che concorrono nelle attività di soccorso;
Al termine della fase teorica, viene messa in atto una fase pratica, in cui i partecipanti possono partecipare ad attività di allestimento campo, utilizzo di apparecchiature tecniche (generazione di energia elettrica, di servizio e di radiocomunicazione).

Durante lo svolgimento del corso di formazione, è caldamente consigliata la presenza di almeno un rappresentante dell’amministrazione locale che abbia una funzione nella pianificazione dell’emergenza comunale, e di rappresentanti della Polizia Locale con cui i volontari andranno ad intervenire in caso di intervento reale.

Alla fine di ogni corso, è previsto un test finale scritto a risposte multiple. Per ottenere l’attestazione di partecipazione da allegare al fascicolo personale, è necessario rispondere correttamente ad almeno 21 domande sulle 30 proposte. Può effettuare il test chi è stato presente ad almeno il 75% delle ore di corso (sia teorico che pratico).

Viene consigliata una formazione di aggiornamento almeno ogni due anni.